COSA E’ LA VARIAZIONE CATASTALE

La variazione catastale Roma è quella pratica edilizia che puo’ essere richiesta da parte dei cittadini (proprietari di immobili o delegati) verso gli uffici del Catasto e tramite un tecnico. Con la quale è possibile ottenere la variazione dello stato di un immobile. Necessaria in varie situazioni come ad esempio la vendita dell’immobile.

I dati catastali di ogni immobile possono essere aggiornati e/o modificati grazie al software DOCFA. Un software a disposizione dei tecnici per la compilazione dei documenti tecnici catastali e la presentazione agli Uffici provinciali – Territorio del modello di “Accertamento della Proprietà Immobiliare Urbana”.

La variazione catastale va appunto, presentata all’Agenzia del Territorio. La variazione catastale DOCFA risulta utile, se non necessaria nei casi di modifiche interne degli appartamenti oppure per correggere, ad esempio, la planimetria. Se stai cercando dove fare la Variazione Catastale puoi contattarci subito compilando il modulo sottostante:

    QUANDO E’ RICHIESTA LA VARIAZIONE CATASTALE

    La variazione catastale è richiesta principalmente quando sono state effettuate modifiche in un immobile. Casi di esempio sono ristrutturazione degli interni, ampliamento o un frazionamento. Come accennato prima puo’ anche essere richiesta in caso di regolarizzazioni e sanatorie prima di effettuare un contratto di vendita o di affitto di un immobile. Vediamo meglio alcuni dei casi in cui sarà necessario richiedere una variazione catastale. Ricordando sempre che essa è necessaria in tutte quelle condizioni in cui non c’è conformità fra i dati dell’immobile al catasto ed il reale stato di fatto degli edifici.

    1. Per ottenere la conformità catastale prima di un rogito grazie alla presentazione di pratiche in sanatoria. (vedi anche CILA in SANATORIA)
    2. Opere di modifica della distribuzione di un appartamento.
    3. Frazionamento o fusione di unità immobiliari.
    4. Cambio di destinazione d’uso.
    5. Ampliamento
    6. Creazione di nuove superfici
    7. Modifica della toponomastica come indirizzo, nome del proprietario o altri dati presenti nella visura.
    8. Per lavori interni ad unità abitative, dopo aver precedentemente presentato una CILA.

    VARIAZIONE CATASTALE ROMA ALLA FINE DEI LAVORI

    Una volta finiti i lavori di ristrutturazione, si hanno 30 giorni di tempo per completare l’iter di variazione catastale e relativo aggiornamento planimetrico. Cosa importante, è di presentare la variazione catastale Roma prima del collaudo e prima del certificato di fine lavori.

    Se te o i proprietari prima di te non avete presentato una variazione catastale nei tempi previsti, ovvero entro la fine dei lavori, dovrai richiedere al tuo tecnico comunque un’ aggiornamento catastale che, a seconda della situazione dell’immobile, portà essere soggetto ad una sanzione per il mancato aggiornamento catastale. E’ possibile quindi presentare un aggiornamento catastale anche se i lavori sono stati conclusi in passato e non era stato fatto una variazione catastale ROMA.

    geometra variazione catastale Roma
    Richiesta aggiornamento planimetrico con cila-a-roma.com

    VARIAZIONE CATASTALE ROMA: SPORTELLO UNICO EDILIZIA (SUET)

    La variazione catastale, va presentata presso il comune di competenza, nel nostro caso comune di Roma.

    La sezione dedicata alla presentazione delle pratiche edilizie è appunto il SUET, da cui è possibile richiedere la “denuncia di variazione catastale” per completare la “comunicazione di collaudo e fine lavori” e archiviare la pratica.

    Il SUET “consente ai professionisti di compilare e sottoscrivere la propria relazione tecnica nonché di monitorare, insieme al cittadino che ha presentato l’istanza, tutto l’iter del processo istruttorio fino al suo esito e inoltrare tutte le successive comunicazioni previste dalla normativa in materia.” E’ concepito anche per dare supporto ai dipendenti dell’Amministrazione capitolina e a quelli degli Enti esterni a Roma Capitale, secondo le specifiche competenze, nell’istruire le pratiche, esprimere pareri o verificare le istanze ricevute.

    Il SUET è inoltre lo sportello telematico utilizzato da tecnici e proprietari per la presentazione delle pratiche edilizie CILA nel Comune di Roma.

    VARIAZIONE CATASTALE ROMA: COSA è LA RASTERIZZAZIONE PLANIMETRICA

    Quando devi richiedere la variazione catastale, ma la planimetria del tuo edificio è solo in modalità cartacea, per rasterizzazione planimetrica si intende la procedura che permette di inserire nella Banca dell’archivio telematico dell’Agenzia delle Entrate la planimetria di un immobile.L ‘acquisizione delle immagini viene effettuata in bianco e nero o colori(in casi specifici) , tramite l’ausilio di strumenti di scannerizzazione delle vecchie piantine cartacee in formato non superiore ad A0.

    Qual’ora la planimetria catastale non fosse rilasciabile tramite il portale telematico o presso l’ufficio di competenza, si dovrà presentare (tramite il software tecnico DOCFA) la causale specifica di presentazione di planimetria mancante.

    VARIAZIONE CATASTLE ROMA: COSA FARE E COME RICHIEDERLA

    Il proprietario dell’immobile dovrà presentare al tecnico il proprio documento d’identità e tutti gli estremi dell’atto di provenienza e l’ultimo titolo abilitativo, autorizzazione o comunicazione (DIA, SCIA, CILA) con cui sono stati effettuati i lavori (documenti utili a verificare la conformità urbanistica). Il proprietario docrà inoltre firmare il DOCFA prima della presentazione.